CANCRO: una parola che spaventa, un dolore che CURA

CANCRO: una parola che spaventa, un dolore che CURA

Cancro: la medaglia sul petto del sacrificio. Quando si forma e perché.

La dottoressa Luisa Roncari e la docente (nonché collega) Raffaella Sangermani ci hanno condotto sul sentiero di una malattia che ancora oggi fa paura.

Cosa abbiamo imparato?

I bisogni primari dell’essere umano, la ruota della multifattorialità, la malattia come opportunità, le parole che permettono un approccio con il paziente oncologico, i 5 elementi e gli ambienti quando si vive uno scenario di malattia e gli strumenti di lavoro in cabina.

“La malattia è un richiamo di attenzione a noi stessi. É l’anima che bussa alla porta della consapevolezza permettendoci di vivere cosa nella nostra vita non è allineato al nostro progetto originario”.